Gres o parquet: qual è meglio? Guida alla scelta

Gres o parquet: qual è meglio? Guida alla scelta

gres o parquet

Gres o parquet? L’eterno dilemma

Gres o parquet? Quando si parla di pavimenti effetto legno, questo è il dilemma. Negli ultimi anni, infatti, sul mercato si sono affermati diversi materiali che riproducono (almeno visivamente) il legno in modo molto accurato, a prezzi più bassi. Il più utilizzato tra questi rivestimenti è certamente il gres porcellanato.

Estetica pressoché identica, prezzo inferiore. Da questa prima analisi, sembrerebbe facile optare per il gres rispetto al tradizionale parquet. Ma ovviamente la questione non è così semplice.

Vediamo più nel dettaglio quali sono i pro e i contro dei pavimenti in legno e in gres.

Per prima cosa cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando.

 

Gres porcellanato: il pavimento del futuro

Il gres porcellanato è un materiale rivoluzionario, che può imitare perfettamente l’aspetto non solo del legno, ma anche del marmo e della pietra. Per questo suo trasformismo, molti lo considerano la base dei pavimenti del futuro. Si tratta un composto di argille ceramiche, sabbie e fedspati molto resistente all’usura, agli agenti atmosferici, all’abrasione e agli agenti chimici. La parola “grès”, infatti, fa riferimento alla greificazione (cioè compattezza) della materia.

Queste caratteristiche lo rendono perfetto per i luoghi pubblici e per gli esterni.

gres porcellanata da esterno

Parquet: fascino intramontabile

Il parquet è un pavimento composto da tasselli di legno disposti secondo vari schemi o disegni.

La storia di questo rivestimento è antichissima: grazie alle sue proprietà isolanti, il legno venne utilizzato per i pavimenti fin dal Medioevo. In epoca barocca, poi, il parquet divenne un vero e proprio must per gli interni di tutti i palazzi aristocratici. Un esempio? Niente meno che la Reggia di Versailles!

Per produrre questo tipo di pavimentazione, occorre accostare listelli di legno di tonalità diverse e di legarli tra loro con dei collanti. Si tratta di lavorazioni complesse, che devono essere effettuate da manodopera esperta e qualificata. I risultati possono essere dei veri e propri capolavori di artigianato.

Il fascino innegabile dei pavimenti in parquet, li rende quindi ideali per le dimore d’epoca o di sapore antico.

intarsi parquet

Parquet e gres a confronto

Proviamo quindi a vedere chi ha la meglio tra gres e parquet esaminando le loro caratteristiche:

  • Resistenza. Pur con le dovute distinzioni tra le diverse essenze impiegate, il legno del parquet è una superficie delicata, che può scheggiarsi, graffiarsi o semplicemente usurarsi piuttosto facilmente. Perfino la pulizia diventa un procedimento da svolgere con cura, visto che a lungo andare anche una normale scopa dalle setole particolarmente dure rischia di graffiare il legno. Il gres, al contrario, è un materiale che resiste e non si rovina anche in condizioni ambientali di forte stress. Vero è però anche che il parquet “vissuto” ha senz’altro un suo fascino. Mentre una piastrella di gres sbeccata deve essere immediatamente sostituita.
  • Manutenzione e pulizia. Il parquet ha bisogno di interventi ordinari e straordinari. I primi riguardano la pulizia quotidiana: rimuovere detriti, sassolini e briciole preserva la superficie da graffi. Anche il fattore lavaggio è molto importante: fondamentale effettuarlo con stracci ben strizzati (in caso contrario, il legno tende a gonfiarsi), imbevuti di una soluzione di acqua e detergente variabile a seconda del legno da pulire, da applicare seguendo le venature. Inoltre, dopo anni di uso e calpestio, è probabile che il parquet necessiti di una lamatura, cioè dell’asportazione della superficie rovinata. La successiva levigatura del pavimento lo riporterà al suo splendore originario. La pulizia del gres effetto legno è senz’altro meno impegnativa: basta utilizzare un detergente neutro (meglio evitare quelli oleosi). Per togliere le macchie, sarà sufficiente applicare uno sgrassatore ossidante sulla superficie.
  • Isolamento. Il legno è un materiale isolante. Attutisce i rumori, assorbe il calore (si mantiene caldo d’inverno e fresco d’estate). Il gres, al contrario, non fornisce alcuna protezione sotto questi profili.
  • Comfort. Camminare a piedi nudi su un pavimento in legno naturale è un’esperienza più che piacevole, in alcuni casi addirittura terapeutica. Non si può dire lo stesso delle mattonelle!
  • Costi. Veniamo infine alla questione economica. Benché anche in questo caso alcune distinzioni siano d’obbligo, possiamo dire in generale che il parquet è più costoso del gres. In entrambi i casi, i prezzi variano in base alla qualità e alle dimensioni dei listelli. Oltre al costo della materia prima, però, per il parquet andranno considerati anche i costi della posa e della manutenzione.

pulizia parquet

 

E l’estetica…?

I pavimenti in legno hanno un fascino davvero speciale. Il legno è un materiale vivo, che si modifica con il passare del tempo acquisendo tonalità e sfumature uniche e inimitabili. Anche i segni, i graffi e gli urti sulla sua superficie, in una certa misura, raccontano la storia dell’ambiente e di chi lo abita.

D’altra parte, l’ordinata pulizia delle mattonelle in gres porcellanato è senz’altro ammirevole. E chi desidera avere il calore dell’effetto legno anche in ambienti umidi come il bagno, ne apprezzerà senz’altro la resistenza e la versatilità.

imperferzioni legno

Insomma, meglio il gres o il parquet?

Naturalmente non esiste una risposta univoca, valida per ogni situazione: tutto dipende dalle caratteristiche dell’ambiente da rivestire. Per ristrutturare un appartamento d’epoca sarà senz’altro bene puntare sul parquet, mentre chi vuole la stessa finitura per tutte le stanze della casa dovrebbe considerare il gres porcellanato, ottimo anche per i locali pubblici sottoposti ad alto calpestio, oltre che per gli esterni.

Ma soprattutto, la scelta della finitura dei pavimenti dipende dal gusto personale: chi preferisce gli ambienti caldi e apprezza le case e gli oggetti che raccontano una storia, sceglierà la naturale mutabilità e le meravigliose imperfezioni del legno naturale, e saprà apprezzare anche qualche ammaccatura. Chi invece privilegia l’ordine e la  perfezione visiva, e chi ha l’esigenza di pulire con frequenza e facilità gli ambienti, si orienterà naturalmente sul gres porcellanato.

 

 

 

 

Lascia un commento

Ci impegniamo al massimo per fornire in questo Blog informazioni autorevoli e documentate, ma purtroppo

non ci è possibile rispondere a quesiti specifici dei nostri lettori.

Gli esperti di Filcasa potranno fornire soltanto pareri di carattere generale su questioni di largo interesse e non affrontare singole problematiche eventualmente segnalate nei commenti. Ci auguriamo che questa risorsa possa comunque risultare utile a chi desidera essere aggiornato su temi inerenti al mondo immobiliare.